Capitan Futuro


scheda a cura di: Mizar e Nexstar
capitan futuro

Capitan Futuro, il cui vero nome è Curtis Newton, è forse l'unico vero eroe senza macchia che abbia mai solcato il cielo stellato della nostra galassia ...
Figlio di due scienziati, dopo la loro morte, viene allevato dal professor Simon, dal robot Grag e dall'androide Otto, questi ultimi creati proprio dai suoi genitori. Diventa un brillante studioso come i genitori e prosegue la loro missione di difendere la giustizia in tutto l'universo e piegare la forza bruta con la razionalità e l'intelletto. Indossa una tuta che resiste alle più alte temperature ed è in grado di teletrasportarsi: continuerà insieme ai suoi compagni la lotta contro il male iniziata dai suoi genitori.
Il cervello del professor Simon alla sua morte viene trasferito in un revisore e continua a vivere e ad aiutare l'equipaggio del Comet, la nave ad energia di base calcio, che ospita i nostri eroi. Grag possiede una forza straordinaria ed un piccolo animaletto, Yiek, entrambi non necessitano di ossigeno per sopravvivere.Otto è un androide con la parte esterna del corpo in gomma, può assumere qualsiasi sembianza: ha una conoscenza della fisica superba e il senso dell'orientamento sviluppatissimo. Anche lui ha un animaletto, Oak,che è sempre in continua lotta con Yiek . Completa l'equipaggio Joan, la fidanzata di Curtis. I due animaletti sono la parte divertente della serie, che per le tematiche adulte e filosofiche, potrebbe risultare particolarmente difficile da comprendere in tenera età .L'aria che si respira nel cartone è proprio quella della fantascienza ad ampio respiro,quella dei gloriosi anni 40 in cui si immaginava un futuro di varietà di vita e di mondi diversi sparsi per le galassie e con enormi astronavi che viaggiano alla velocità della luce. i concetti fisici sono spiegati con una chiarezza impressionante e la parte metafisica o fantascientifica è sempre supportata da plausibili ragionamenti ...Sicuramente complice il fascino del genere fantascentifico del periodo (da noi all'epoca vennero trasmesse Star Trek in tv e Star Wars al cinema) fece colpo anche su noi piccoli spettatori anche se allora non abbiamo potuto cogliere appieno la completezza e complessità narrativa di una serie che forse è più per un pubblico di ragazzi/giovani che per uno di bambini pre-adolescienti. Per la prima volta un cartone animato tratta di fantascienza vera, quella con la F maiuscola, la F di capitan Futuro ...

torna in alto
discutine sul forum