Devilman


scheda a cura di: Rukkio
devilman
Akira Fudo si trova sulla catena montuosa dell'Himalaya per una spedizione speleologa, quando improvvisamente sprofonda nel ghiaccio e perde la vita. Proprio quei ghiacciai sono stati per migliaia di anni il luogo di riposo dei demoni, che adesso, risvegliatisi dal lungo sonno, reclamano il dominio sulla terra. Il loro piano è quello di impossessarsi del corpo degli umani e mischiarsi a loro, cosė da poterli sterminare. Tre di loro si contendono il corpo di Akira: indovinate chi risulta vincitore? DEVILMAN, il campione della Tribù dei Demoni (impossibile sbagliare, sono tre e due sono proprio brutti anche per essere demoni...)! Ma non tutto andrà secondo i piani... L'odio e la sete di conquista del demone lasceranno a poco a poco spazio all'amore, amore verso la giovane e bella Miki Makimura, che all'oscuro della vera identità di Akira, riuscirà a domare il suo carattere ribelle e riottoso (aggiungo io, a suon di sberle e cartellate sul muso!). D'ora in poi Devilman vivrà per proteggere la sua adorata e tutti coloro che lo circondano... Questa versione televisiva si discosta totalmente dal Capolavoro cartaceo di Go Nagai, eliminando gran parte della drammaticità, della violenza e della cattiveria contenute nel manga, oltre al fatto che la storia segue un intreccio completamente diverso (basti pensare che non vi è alcun riferimento al personaggio cardine Ryo Asuka). Il motivo è da addurre alla Toei, che decise di creare un prodotto più soft, più adatto ai bambini; di qui la figura di un Devilman-Supereroe, con tanto di vestitino blu e armi come lame e fulmini. Oddio, sarà anche più soft, però riguardandolo ancora oggi, non si può far a meno di notare che le mazzate e il sangue (anche se rigorosamente verde-blu) ci sono in grandi quantità! Tuttavia sarebbe errato bollare questa serie come una cagata, in quanto deve essere analizzata in un proprio contesto, senza confrontarla troppo con l'originale: vi sono comunque episodi molto godibili, le botte non mancano, oltre alle bellissime scene in cui Tare, il fratellino di Miki, finisce rigorosamente per farsela sotto e svenire con la schiuma alla bocca! E poi non dimentichiamo che questo è uno dei cartoni che ha fatto la storia, impossibile dimenticarsene...
torna in alto
discutine sul forum