Ransie la Strega


scheda a cura di: Viki
ransie e paul sulla luna

Partiamo dal titolo: perchè chiamarla strega quando in realtà è un vampiro? e un vampiro molto speciale. Ransie infatti può trasformarsi in tutto ciò che morde. Per tornare al proprio aspetto le basta starnutire. Ma non è sempre così facile: indimenticabile la puntata in cui diventa una pallina da tennis e per riuscire a starnutire dovrà penare molto. La famiglia Lupescu vive in una grande casa molto tetra. Papà Boris (un vampiro con perenne mal di denti) e mamma Sheela ( una donna lupo che è meglio non fare arrabbiare) sono i guardiani del Regno Supremo, relegati nel mondo umano perchè sposandosi hanno infranto la regola del legame solo all'interno della stessa razza. Il fratellino di Ransie e il pappagallo Peck sono due figure di contorno,usate maggiormente per sottolineare come vengono vissuti i rapporti in casa Lupescu. E poi c' è lui,Paul, il grande amore di Ransie, il ragazzo scontroso dal capello azzurro,che davanti a sé ha una brillante carriera da pugile. I sogni d'amore che Ransie si fa vengono puntualmente spezzati da Lisa Thomson, l'antipatica figlia di un boss ricchissimo quanto ciccionissimo (per altro, innamorato della madre di Paul, Ania). la rivalità tra le due non smetterà mai durante tutto l'arco del cartone animato, anche quando tra Paul e Ransie sembra essere scattato qualcosa. A differenza del manga infatti, il cartone lascia i fan a bocca asciutta,perchè non si capisce bene se Paul e Ransie sono una coppia o no. A mettere i bastoni tra le ruote c' è anche Aaron, principe degli inferi: un ragazzetto spocchioso e viziato innamorato di Ransie e pronto a tutto pur di far cadere la nostra vampirella tra le sue braccia. Le cose si complicano ulteriormente quando Satana, re del Regno Supremo, comanda a Boris di trovare il suo secondo figlio nel regno umano: dopo mille peripezie c'è il dubbio che il principe in questione sia proprio Paul!che succederebbe?Ransie potrebbe finalmente sposare il suo amato? Nella versione animata purtroppo non ci è dato saperlo: Paul viene portato nel regno Supremo per affrontare delle prove a dimostrazione di essere il figlio di Satana. Le supera tutte rocambolescamente, e torna a casa sostenendo che il tatuaggio che dovrebbe dimostrare la sua appartenenza al mondo magico in realtà se lo è fatto a boxe. Sarà invece la madre di Paul a smentirlo,una volta tornato a casa, dicendo al figlio che quel tatuaggio ce l'ha dalla nascita. Lo spettatore finalmente ha tutto chiaro...ma è troppo tardi: suona la campanella e Ransie,Paul e Lisa sono in ritardo a scuola...il cartone si chiude sulla loro corsa verso il cancello dell'istituto scolastico. Al di là del finale, sicuramente troppo frettoloso, Ransie la strega rimane uno dei cartoni per ragazze più divertente di tutti i tempi. Si parla di diversità, di sentimenti, di accettazione, il tutto in una chiave spesso comica. Anche i personaggi di secondo piano,come il compagno di classe Donald,giocano un ruolo importante,perchè attraverso le loro storie vengono lanciati dei messaggi positivi. Rivedere questo cartone dopo anni e notare che non ha perso smalto, mi fa sperare che le bimbe di oggi possano ancora rispecchiarsi in Ransie e nei suoi sogni di adolescente innamorata,per cui non conta la diversità,ma i veri sentimenti.

torna in alto
discutine sul forum